Dichiarazioni sostitutive e acquisizione d’ufficio dei dati

 

Secondo quanto disposto dalla legge 7 giugno 2000, n. 150, “Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni”, del relativo regolamento di attuazione D.P.R. n. 422 del 21/9/2001 e della direttiva del Ministero della Funzione Pubblica del 7/2/2002, l’ERSU di Palermo ha istituito l’Ufficio Relazioni con il Pubblico e, contestualmente, ha adottato il Regolamento che ne organizza il funzionamento e ne disciplina le attività.

A seguito di quanto convenuto nella seduta del tavolo tecnico per la Reingegnerizzazione delle Strutture Organizzative e la Rotazione del personale del 24.11.2015 e gli esiti della contrattazione sindacale del 25.11.2015, oltre ai compiti istituzionali disciplinati dal citato Regolamento, URP assolve agli adempimenti previsti dall’art. 15 della L. 183/2011 (attività di decertificazione): l’URP è l’Ufficio Responsabile per le attività volte a gestire, garantire e verificare la trasmissione dei dati o l’accesso diretto degli stessi da parte delle amministrazioni procedenti all’acquisizione d’ufficio dei dati e allo svolgimento dei controlli sulle dichiarazioni sostitutive.

Le richieste volte all’acquisizione d’ufficio dei dati e alla verifica delle autocertificazioni potranno essere effettuate utilizzando esclusivamente una delle seguenti modalità:

via email all’indirizzo ufficio.decertificazioni@ersupalermo.it

via pec all’indirizzo protocollo@pec.ersupalermo.it

Esse saranno evase entro 30 gg. dalla data di ricevimento.

Il controllo potrà essere effettuato soltanto in caso di corretta indicazione dei dati anagrafici del dichiarante e di precisa indicazione dei dati da verificare.

Nel caso in cui la richiesta di controllo di veridicità sia presentata da un soggetto privato (persona fisica o giuridica), per poter procedere al controllo è necessario che la stessa sia corredata dal consenso scritto del soggetto che ha rilasciato dichiarazione sostitutiva di certificazione o di atto di notorietà. Al consenso scritto dovrà essere allegata obbligatoriamente copia fotostatica del documento d’identità in corso di validità del soggetto che ha rilasciato la dichiarazione sostitutiva.