I miglioramenti rilevati dall’organismo di valutazione dell’ERSU Palermo


L’organismo monocratico di valutazione delle performance dell’ERSU, che si occupa della valutazione dei dirigenti e degli assetti organizzativi, ha validato oggi positivamente la relazione relativa all’anno 2023.

Il dottor Antonio Maria Sciacchitano che ricopre l’incarico ha, infatti, rilevato che negli ultimi quattro anni c’è stato un considerevole miglioramento nell’attività dell’ERSU di Palermo.
Quest’anno, in particolare, è stato raggiunto un punteggio molto elevato nella valutazione ed è stata espressa soddisfazione sulla situazione dell’ente in relazione alla relazione prodotta dagli uffici, che fornisce una visione chiara e trasparente della situazione dell’ente. La relazione viene pubblicata sull’area Trasparenza del sito istituzionale www.ersupalermo.it (Relazione sulla performance 2023 https://ersupalermo.traspare.com/transparency?area=25)
Il documento consente di conoscere l’effettivo stato di salute della macchina amministrativa, le attività che svolge e gli obiettivi raggiunti: sono state erogate tutte le borse di studio possibili in base alle risorse pervenute ed è stato monitorata costantemente la soddisfazione degli studenti. Ma l’ente si pone ulteriori anche obiettivi per il futuro a incominciare dallo stessa salute degli studenti. Ne abbiamo parlato con il dottor Antonio Maria Sciacchitano.

Dottor Sciacchitano, da quattro anni si occupa dell’organismo di valutazione dell’Ersu, in una prima fase in maniera collegiale e da un periodo di circa un anno in modo monocratico seguendo anche l’ERSU di Messina. Su Ersu Palermo, cosa può dire rispetto all’evoluzione che c’è stata nella valutazione delle attività che l’ente ha svolto?

Intanto, desidero precisare che l’attività dell’OIV (organismo indipendente di valutazione) riguarda la valutazione dei dirigenti e degli assetti organizzativi: ciò si traduce in una relazione della performance su cui l’organismo indipendente si esprime con un proprio documento di validazione. Nel corso di questi quattro anni, ho registrato considerevoli miglioramenti e posso affermare che quest’anno, in particolar modo, è stato raggiunto un punteggio molto elevato.

La relazione prodotta dagli uffici e approvata consente di conoscere la reale situazione dell’ERSU di Palermo e degli obiettivi raggiunti.

L’utenza degli studenti universitari in che cosa può vedere, in modo tangibile, l’effetto di questi risultati in termini di servizi e benefici?

Intanto, bisogna dire che i risultati conseguiti – almeno negli ultimi anni – sono eccellenti, nel senso che sono state erogate tutte le borse di studio erogabili sulla base delle risorse finanziarie disponibili. Inoltre, l’utenza studentesca servita ha partecipato a una costante e formale attività di monitoraggio, costituente la customer satisfaction, in particolare sul grado di soddisfazione del servizio alberghiero e del servizio di ristorazione.

Quali prospettive “dietro l’angolo” per l’ERSU?

Per il futuro si punta al miglioramento complessivo degli standard di qualità. Cioè a migliorare i servizi in cui bisogna sempre più fare esprimere soddisfazione all’utenza. L’Ente si sta impegnando a 360 gradi sul welfare degli studenti anche con iniziative che riguardano la salute. Quest’anno, inoltre, ERSU Palermo ha già aumentato la disponibilità di posti letto e sta perseguendo questa attività ulteriormente, attraverso la ricerca di nuovi immobili da destinare agli studenti entro il prossimo anno.

Desidero, peraltro, sottolineare l’importanza della missione portata avanti dagli ERSU, in quanto riguarda la futura classe dirigente del Paese e della nostra Isola.

Desidero ringraziare, infine, la STP (struttura tecnica permanente di supporto) e il direttore per la preziosa collaborazione. Alla Presidente e ai Consiglieri rivolgo il mio invito a proseguire lungo le direttrici tracciate al fine di potere garantire un welfare sempre più efficiente ed efficace.

IMG-20240605-WA0023

Ti potrebbe interessare... More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.

function remove_google_fonts_stylesheet() { wp_dequeue_style( 'open-sans-css' ); } add_action( 'wp_enqueue_scripts', 'remove_google_fonts_stylesheet', 999 );