MOOC, Massive Open Online Courses. Online e gratis, corsi universitari liberi

Basta inserire la propria email, scegliere una password e si è già iscritti a uno dei tanti corsi online, offerti gratuitamente sul web. E’ il fenomeno che prende ogni giorno sempre più campo: aule con migliaia di studenti di tutto il mondo che, a costo zero, possono frequentare le video-lezioni.  I “compiti”, cioè i quiz somministrati, sono corretti da un software e dai compagni di classe. Stiamo parlando dei Mooc (Massive open online courses).

Il primo fu fondato, nel 2006, da Salman Khan e si chiama Khan Academy (https://www.khanacademy.org/).

Coursera.org (https://www.coursera.org/) è stato invece fondato nel 2011, da due docenti di Stanford, ed è il più popolare network universitario online con più di tre milioni di iscritti e partner di tutto rispetto come la Columbia University di New York o la Sapienza di Roma. Concorrente diretto di Coursera è Udacity (https://www.udacity.com/) , aperto sempre nel 2011, da un ex docente di Stanford. Invece, le università Harvard e Mit hanno investito ben trenta milioni di dollari in EDX (https://www.edx.org/) .

Prima dell’inizio del corso normalmente agli iscritti arriva sul proprio account anche il programma del corso, corredato di video di accoglienza, eventuali dispense e l’elenco di libri ed e-book consigliati.

Le lezioni somministrate, quasi sempre in inglese, sono confezionate con attente ed evolute  tecniche indirizzate all’apprendimento: per i concetti più importanti appare anche la sovrimpressione scritta del testo e, nel momento della focalizzazione degli argomenti strategici, la lezione s‘interrompe e va avanti solo dopo che lo studente ha superato un apposito test . L’avanzamento arriva dal software di gestione nel caso dei “quiz a risposta multipla di verifica”; mentre il risultato sui quiz a risposta aperta è attribuito dagli altri studenti frequentanti che, attraverso la partecipazione alla valutazione dei colleghi, possono evitare un taglio del 20% sulla propria valutazione.

Ovviamente le lezioni, essendo online, possono essere riascoltate sempre; mentre per ottenere la valutazione e il voto finale bisogna rispettare rigorosamente il termine della consegna stabilita appositamente.

Il percorso didattico è pure sostenuto da appositi forum nei quali è possibile confrontarsi con gli altri studenti: a ogni ora del giorno e della notte, giacché abitanti di tutto il globo.

Questi corsi generalmente non assegnano crediti formativi, ma rappresentano sempre un percorso valido sotto il profilo curriculare oltre che un vero arricchimento della propria formazione culturale e scientifica. Il costo è pari a zero, anche se alcune università hanno introdotto un piccolo costo (dai trenta ai cinquanta euro) per l’invio del “papiro” attestante il superamento del corso universitario. Un piccolo contributo che moltiplicato per gli innumerevoli iscritti può diventare significativo. Infine, spesso viene offerto a chi supera i corsi anche un piccolo sconto se ci si iscrive alle università che organizzano i corsi.

Ti potrebbe interessare... More from author